Andreas Gottsmann, Staatskunst oder Kulturstaat?

La politica dell’arte nell’autorappresentazione della monarchia danubiana.

A partire dalla metà del XIX secolo si riconobbe il significato politico della promozione dell’arte. L’obiettivo era rafforzare all’esterno il prestigio dello Stato e consolidarne la coesione al suo interno. Non si incentivarono le singole correnti artistiche, bensì si diede impulso alla varietà artistica e culturale, attraverso la quale si doveva favorire una più ampia identificazione con lo Stato comune.

2019 | Site developed by Emme.Bi.Soft s.r.l.